I 4 Moschettieri Italiani dell’Alps Tour

Settimane intense, ricche di gare. Gli Italiani sono sparpagliati da tutte le parti: Francia, Spagna, Scandinavian Mixed (gara interessante, da non perdere) Bogogno (forza ragazzi che i Match Play sono tosti). Io, vi scrivo direttamente da Metz, Francia, dove si sta giocando l’Open de la Mirabelle d’Or, appuntamento storico dell’Alps Tour presso il Golf de la Grange aux Ormes.

Gli azzurri, stanno affrontando una stagione a testa alta sull’Alps Tour, infatti cinque di loro sono nella Top Ten dell’ordine di merito. Manassero questa settimana è il grande assente perché è impegnato sul Challenge Tour, ma gli altri, sono i protagonisti di questo articolo. Sono i nostri 4 moschettieri della settimana. 

Nomi noti, ragazzi forti. Se sommassimo tutte le loro vittorie in carriera, potremmo far invidia a Tiger Woods (dai che scherzo!!!)

Gregorio De Leo, Stefano Mazzoli, Luca Cianchetti e Jacopo Vecchi Fossa. Che moschettieri!

Gregorio De Leo – 50 mm – ISO 125 – f/2,0 – 1/500 sec

Greg, anche se è ancora Amatuer, possiede la carta piena dell’Alps Tour. In campo ha pieno controllo, anche della sua folta chioma, che tiene raccolta con un elastico. Tra i Pro si sente a casa, è pronto a vincere, nel mentre sorride!

Stefano Mazzoli – 50 mm – ISO 250- f/2,0 – 1/320 sec

Ste, forse l’unico giocatore della storia capace di vincere un torneo dell’Alps dopo aver passato il taglio per un colpo. Se hai nelle mani un -10 puoi veramente fare di tutto in questo mondo, forse perfino volare. In campo è un meccanico, attento, capace e bollente quando serve.

Luca Cianchetti  – 50 mm – ISO 250- f/2,2 – 1/500sec

Il Cinghio è un vero bomber, il campo è il suo habitat naturale, si muove con passo felpato, è tranquillo, ma di una violenza sconcertante. Quando passa la sua palla sopra la mia testa (visto che sono sempre sdraiato davanti a lui) fidatevi che si sente, eccome se si sente!

Jacopo Vecchi Fossa-  50 mm – ISO 125 – f/2,0 – 1/500sec

Che dire del Vecchio? Vince, rivince, stravince! Con il -5 di oggi, entra nel week end in seconda posizione; davanti a lui lo svizzero trema. Forza Vecchio sei il capo  branco. Piaci a tutti, continua a sorridere alla vita che sei uno spettacolo.

Fotografare questi ragazzi è quello che ho sempre voluto fare, ho ancora i brividi quando punto la macchina fotografica verso di loro perché sono pura emozione per me. Non vedo l’ora che sia domani per vedere in campo i  “4 moschettieri” (e tutti gli altri Italiani) per fotografarli al momento giusto e poi esclamare: WHAT A SHOT GREG! WHAT A SHOT MAZZO, WHAT A SHOT CINGHIO, WHAT A SHOT VECCHIO!!!


Contenuti simili
Total
0
Share