La De Roey vince la competizione singola delle Aramco Team Series – Bangkok. 26° posto per l’azzurra Carta

Al termine del 3° e final round delle Aramco Team Series – Bangkok, nella competizione individuale, è la belga Manon De Roey a guadagnarsi la vittoria.

Partita questa mattina in 2a posizione nel leaderboard, conclude il round finale con un -6, in un giro bogey free con 6 birdie. 66 colpi che, uniti ai 70 ed ai 67 dei primi due giri, la portano in vetta alla classifica, a -13 totali.

La leader dei primi due giorni Patty Tavatanakit inciampa nel terzo ed ultimo round e, con 5 bogey e 4 birdie sullo score segna un +1 di giornata. Scende in 3a posizione, a -8 totali, a pari merito con la scozzese Kylie Henry.

2° posto per la svedese Johanna Gustavsson (70 – 68 – 68), a -10 totali, che completa le ultime 18 buche senza nessuna sbavatura sullo score, scrivendo 4 birdie.

Quinto posto, a -7, per la spagnola Ana Pelaez, la thailandese Ariya Jutanugarn e l’inglese Felicity Johnson che, con un giro in PAR, perde 3 posizioni.

L’inglese Charley Hull e l’australiana Whitney Hillier, capitana e vincitrice della competizione a squadre delle Aramco Team Series – Bangkok, si dividono l’8avo posto, a -6 totali.

L’azzurra Virginia Elena Carta completa il final round dell’evento, sul percorso del Thai Country Club, in PAR e, con un risultato finale di -1, è 26esima.

REPORT Day 2

Al termine del 2° round delle Aramco Team Series – Bangkok è il Team Hillier a trionfare, con un giro finale di 15 sotto il PAR ed un vantaggio di 3 colpi sulla 2a squadra classificata.

Al Thai Country Club Whitney Hillier, Chonlada Chayanun, Krista Bakker e l’amateur Pattanan Amatanon, partiti già in testa alla classifica questa mattina, sigillano la vittoria con un risultato finale di -31.

Per l’australiana Hillier (-3, 14esima posizione nella classifica singola) e la thailandese Chayanun (-4, 11esima) si tratta del primo titolo vinto sul Ladies European Tour, mentre per la finlandese Bakker è un bis, visto che lo scorso novembre faceva parte del Team vincente Pedersen, a Jeddah.

La capitana ha dichiarato: “Sono molto orgogliosa della mia squadra. Già dall’inizio della mattinata di ieri c’era una buona atmosfera. Tutto è andato come doveva e abbiamo giocato un ottimo golf, ma ci siamo divertiti molto, e questa è stata la cosa più importante.

Il Team Simmermacher, guidato dall’argentina Magdalena, insieme alla francese Charlotte Liautier, alla svedese Isabella Deilert e all’amateur Sirapob Yapala, si è classificato al secondo posto con 28 sotto il PAR.

Terzo posto (-26 totali) per il Team Tavatanakit, mentre nella gara individuale, che continuerà nella giornata di domani è proprio Patty Tavatanakit ad essere in testa, avendo realizzato un 2° giro in 69 colpi (-3), ed essere a -9 totali.

La vincitrice di un Major ha realizzato due birdie sulle prime nove buche, perso un colpo alla 12, ma segnato altri due birdie finali alla 17 e alla 18, per mantenersi in testa con un vantaggio di due colpi nel final round.

L’inglese Felicity Johnson e la belga Manon De Roey sono a due colpi di distanza dalla leader, con un punteggio di -7, grazie a due giri rispettivamente in 68 e 67 colpi.

La due volte vincitrice di un Major, Ariya Jutanugarn, è a -6, insieme alla svedese Johanna Gustavsson, mentre cinque giocatrici sono a pari merito al 6° posto, a -5, tra cui la scozzese Catriona Matthew, che con un giro in 66 colpi, realizza il miglior risultato di giornata.

L’azzurra Virginia Elena Carta completa il 2° round delle Aramco Team Series – Bangkok in 71 colpi (-1), con 3 birdie e due bogey sullo score. Con un risultato totale di -1 sale di 9 posizioni classifica ed è 23esima.

Il taglio, fissato a +6, lascia in campo esattamente 60 giocatrici.

REPORT Day 1

Il Team Hillier è in testa alla classifica, con un vantaggio di un colpo, al termine della 1a giornata delle Aramco Team Series – Bangkok.

Il quartetto, composto dall’australiana Whitney Hillier (-1), dalla thailandese Chonlada Chayanun (+1), dalla finlandese Krista Bakker (-3) e dall’amateur  Pattanan Amatanon, ha concluso un eccellente primo giro con un 16 sotto il PAR.

Il Team Simmermacher è a un solo ad una lunghezza di distanza (15 sotto il PAR), dopo che Magdalena Simmermacher, Charlotte Liautier, Isabella Deilert e l’amateur Sirapob Yapala hanno dato ciascuno il proprio contributo durante il 1° giro delle Aramco Team Series – Bangkok

La proette argentina, capitana del proprio team, ha dichiarato:

“Penso di aver scelto una buona squadra. Siamo stati fortunati con l’amateur, che è molto bravo e ci ha aiutato molto sul campo. Oggi abbiamo giocato un buon golf e non vedo l’ora che arrivi domani”.

Nella gara individuale, invece, è Patty Tavatanakit ad avere la meglio. Gira in 66 colpi (-6), eguagliando il record del campo, e si porta in 1a posizione, grazie a 7 birdie ed un bogey sullo score.

La spagnola Ana Peláez, vincitrice del Madrid Ladies Open della scorsa settimana, ha siglato uno score di 67 copi, bogey free (-5), con 3 birdie consecutivi sulle ultime tre buche. Un risultato che sottolinea l’ottimo stato di forma della Rookie del Ladies European Tour.

Cinque giocatrici si trovano a due colpi di distacco dalla leader: le sorelle thailandesi Moriya e Ariya Jutanugarn, Marianne Skarpnord, la norvegese Maha Haddioui e l’olandese Anne Van Dam, tutte a pari merito per il 3° posto, a -4.

Ariya Jutanugarn, due volte vincitrice di un Major, si è detta soddisfatta del suo primo “giorno di lavoro”, aggiungendo che non si è ancora abituata a questa formula.

L’unica azzurra in campo, Virginia Elena Carta completa un’ottima performance girando in PAR del campo (72 colpi). Con tre bogey, un eagle al PAR5 della buca 7 ed un birdie alla 17, è 32esima nel leaderboard. Per la campionessa tricolore il successo è singolo, ma partecipa alla competizione a squadre (26 totali, con 3 proette ed un dilettante) nel team guidato dalla spagnola Carmen Alonso.

Il secondo round, sul percorso del Thai Country Club, inizierà domani alle 8.45 (ora locale) e vedrà la conclusione della gara a squadre.

PRE GARA: LET – Aramco Team Series – Bangkok

Come le Aramco Team Series – Jeddah di novembre, anche le Aramco Team Series – Bangkok, che si terranno dal 12 al 14 maggio, prevedono una competizione a squadre accanto ad una individuale, ma rispetto alle Series dello scorso anno, l’evento a squadre si concluderà già dopo il 2° round.

L’inglese Hannah Burke, che, insieme alla danese Emily Kristine Pedersen e alla finlandese Krista Bakker, ha fatto parte del team vincente, sarà capitano della squadra per la prima volta e sta elaborando la sua strategia.

“È un formato divertente e ci sono un paio di piccoli cambiamenti rispetto all’anno scorso e sono capitano della squadra per la prima volta. Devo fare un po’ di ricerche… e studiare una strategia”

Dopo i primi due giri, ci sarà il  taglio, con 60 proette, più pari merito, che avranno accesso al round finale della competizione individuale stroke play di sabato.

Il Thai Country Club è la sede delle Aramco Team Series – Bangkok di questa settimana e, a detta delle campionesse, molto simile ai percorsi già giocati in Thailandia all’inizio della stagione.

L’unica azzurra in campo sarà Elena Virginia Carta.


Contenuti simili

Il budget della LIV Golf

Il budget della LIV Golf La prima stagione della Lega sostenuta dal Public Investment Fund, il fondo sovrano…
Total
0
Share