Autori

 


Ho due lauree: la prima in Economia e Commercio e la seconda in Filosofia, entrambe conseguite all’Università degli Studi di Bologna. Mi sono avvicinata al golf da una decina d’anni, incoraggiata da un’amica golfista, principalmente per motivi di salute, ma poi mi sono ‘ammalata’ anche di golf. Faccio parte della Nazionale Italiana di golf paralimpico e ho avuto l’onore di giocare con professionisti come Matteo Manassero, Danny Willett, Stefania Croce, Giulia Sergas, Luca Cianchetti, Andrea Perrino e Linnea Ström. Sono nel World Amateur Golf Ranking dei giocatori con disabilità WR4GD categoria stableford. Attualmente faccio parte della Squadra Agonistica Paralimpica del Royal Park I Roveri, sono presente nel ranking mondiale per golfisti con disabilità WR4GD categoria stableford e svolgo un’attività di promozione del golf tra i disabili per conto dell’European Disabled Golf Association (Edga). Prima classificata nell'Open d'Italia per Disabili 2023 categoria stableford disputato al Royal Park I Roveri, grazie al quale ho conquistato il Titolo Italiano Disabili Stableford.
A 26 anni, sotto la doccia, immagino di comunicare il golf in maniera differente. Prendo coraggio e fondo una testata irriverente, RADIOGOLF. Nel 2011 progetto la versione digitale di GOLF TODAY, un urlo sincero e professionale nel mondo green. Nel 2013 la Federazione Italiana Golf mi affida le sue produzioni su SKY. Complici alcune interviste “birbanti” ai campioni, a Novembre 2018, entro nel gruppo WARNER BROS DISCOVERY che mi affida la “prima voce” del progetto DISCOVERY +/EUROSPORT. Per 2 anni collaboro con GOLF&TURISMO sempre per il reparto online. A Gennaio 2021 mi cade una pentola in testa, decido di aprire 3MIND, una società di creatività digitale. E, come giusto che sia, torno al primo grande amore, una nuova testata innovativa dal nome facile. Benvenuto su NOTIZIEGOLF
All’età di 11 anni provo per la prima volta a giocare a golf facendo una lezione di 30 minuti e mi innamoro. All’età di 12 anni voglio seguire il mio sogno e cercare di diventare professionista di golf. Con l’appoggio dei miei genitori mi trasferisco negli USA in Florida alla David Leadbetter Academy dove studio e gioco a golf. Negli anni ho avuto la fortuna di incontrare, conoscere, allenarmi e diventare amica di molti personaggi fra i quali un certo Tiger Woods e Paula Creamer. Dopo essermi laureata in Pubbliche Relazioni al Rollins College, in Florida a Dicembre 2016, passo professionista a Gennaio 2017 e gioco una stagione sul LPGA Symetra Tour. Nel 2018 partecipo alla Qualifying School del Ladies European Tour e mi aggiudico una categoria per la stagione successiva. Ora, grazie ad un caro amico mi ritrovo catapultata con un’altra professione, sempre nel meraviglioso mondo del golf.
Sportivo da sempre, pugile e poi imprenditore, oggi conquistato dal golf. Lo sport mi ha insegnato la dedizione, la lealtà e l’attenzione alla mia condizione fisica e mentale. Tra il lancio di un nuovo prodotto cosmetico, un evento formativo e un meeting con i commerciali, trovo sempre il tempo per uno swing. Amo il buon vino e mi piace mangiare cibi di qualità, come manifestazioni tangibili della gioia di vivere e dell’entusiasmo che non cessano mai di orientare e definire la mia intera esistenza. Attenzione, metodo e rigore mi caratterizzano come sportivo e imprenditore, ma la voglia di relazioni affettive autentiche e di armonia nei rapporti umani mi qualificano come uomo. Il golf rappresenta per me una metafora della vita, dove la concentrazione e l’impegno nel centrare l’obiettivo si coniugano con un desiderio costante di convivialità e rispetto reciproco.
Il 2011? Quell'anno un ferro 7 non solo ha colpito una pallina, ma ha anche fatto centro nel mio cuore. Da allora, il golf non è più stato solo uno sport, ma la mia ossessione piacevole. Tra byte e swing, guido l'analisi dati per una top piattaforma di streaming in Europa, dove ho la fortuna di abbinare la mia passione per le serie tv, lo sport e i dati. Ogni tatuaggio sulle mie gambe racconta storie di sport e, ovviamente, di Tiger Woods. Ma non finisce qui! Su NOTIZIEGOLF, le mie giornate sono un cocktail esplosivo di dati, storie e insight, condite sempre con un sorriso. E quando non sto decifrando il mondo del golf, mi ritrovo immerso nei videogiochi o ad aumentare la mia collezione di oltre 100 cappelli da golf/baseball, perché, diciamolo, la moda sul campo conta quasi quanto un buon putt. Mi chiamano il nerd del golf, e forse hanno ragione: preparo le mie mappette con tutti i colpi che vorrei fare per chiudere un buon giro di golf ma che puntualmente il mio swing non riesce a rispettare. Se pensate che analizzare dati sia noioso, beh, non avete mai visto come riesco a far sembrare un eagle sul campo più probabile di capire un mio grafico al primo sguardo!
Il golf ha sempre fatto parte della mia vita, come gioco (con qualche piccola soddisfazione, come il titolo nazionale juniores qualche decennio fa) e poi come argomento professionale: giornalista iscritta all’albo Professionisti dal 1997, ho collaborato per oltre vent’anni con riviste specializzate (Golf & Turismo, Mondo del Golf) e con testate a larga diffusione (Gazzetta dello Sport, Il Sole 24 Ore, Traveller, Dove). Dal 2016 ho scelto di esplorare un’altra declinazione del settore, entrando nello staff dell’organizzazione di tornei professionistici: prima in Italia con l’Italian Pro Tour, poi con l’Alps Tour, il circuito delle stelle nascenti del golf europeo, grazie al quale viaggio tutto l’anno – dall’Egitto alla Spagna, dalla Francia all’Austria e naturalmente all’Italia – con un posto privilegiato da osservatrice di nuovi talenti.
Corrado Rinaudo è architetto libero professionista. Appassionato di musica e di matematica, nel tempo libero suona pianoforti ovunque ne trovi e archivia in modo seriale dati, statistiche e curiosità del mondo dello sport. Golfista da dieci anni con risultati deludenti, da allora si diverte a comporre tabelle sui numeri del golf, da quello giovanile ai circuiti professionistici: un "gioco" analitico che può rivelare risultati sorprendenti.
Francesco Dmitri Recupero è un esploratore con un occhio rivolto al passato ed uno al cielo blu, al verde futuro. La sua linfa vitale è da sempre la passione, la ricerca e la condivisione del golf. Ma adora anche i colori, scoprire cose nuove e unire i puntini. Ed è per questo che nel 2018 si allontana dalla consulenza assicurativa e inizia l’Avventura nel settore: muove i primi passi nella divisione golf del gruppo MARIO MELE & PARTNERS seguendo gli Eventi, nel 2019 scrive per GOLF&TURISMO una rubrica web denominata GOLFTIPS. Nel 2020 gestisce i contenuti Web della rivista GOLF ITALIA, nel frattempo si specializza grazie a un percorso di formazione in Digital Marketing. I puntini ora sono al posto giusto, ed è chiaro che non poteva che ritrovarsi qui: a scrivere e a sognare in questo pazzo e ambizioso progetto, a vendere e vedere, il futuro del Golf.
Scrivo di golf dal 2006 per riviste e sul mio blog. Il mio libro più recente è "Campo pratica. Come diventare il golfista migliore che c'è in te", un manuale che ha l'obiettivo di fornire spunti utili per aumentare attraverso la pratica il grado di abilità golfistica e, di conseguenza, il divertimento in campo. Il mio dolce mito risponde al nome di Ben Hogan. A me, novello Peter Pan, rimane in fondo al cuore il sogno/desiderio di diventare scratch. Nella mia rubrica su NotizieGolf parlo del golf nostro di noi che professionisti non siamo, attraverso storie, racconti, spunti e recensioni di libri, sempre con l’obiettivo di stimolarti a diventare il golfista migliore che c’è in te.
Biologa nutrizionista, laureata in Biologia applicata alle Scienze della Nutrizione presso l’Università degli Studi Milano, conseguentemente specializzata in Nutrizione Sportiva. Ho due grandi amori: il mio lavoro e il golf. Sono appassionata di sport fin da bambina, dall’equitazione al nuoto, ma la passione più grande è sempre stata il golf tanto da non ricordare neanche l’età del mio esordio; partecipavo ogni anno a Gare Nazionali e fino ai 18 anni ho sempre ‘conquistato’ il Brevetto Giovanile, oggi invece posso definirmi ‘giocatrice del weekend’. Durante la settimana mi trovate tra Varese, Novara e Verbania, Province in cui si trovano i miei studi. A fine 2020 ho sentito la necessità di condividere e divulgare tips di nutrizione non solo durante le visite quindi ho scelto il mezzo più popolare: Instagram, così è nata la mia pagina ‘nutri_idee’. Nel 2022 la mia strada ha magicamente incrociato quella di NOTIZIEGOLF.
Ho 27 anni e insegno questo sport con tutta la passione del mondo. Una passione tramandata da mio padre Baldovino e mia zia Federica, che mi hanno presto fatto capire che insegnare sarebbe stata la mia professione. Dal 2017 penso 24 ore al giorno a come migliorare lo swing dei miei allievi. Viaggio per imparare dai grandi coach europei ed americani, inseguendo il sogno di portare tanti giocatori a vincere sui principali Tour mondiali. Lavoro nei pressi di Bologna al Golf Club Le Fonti. Dal 2019 al 2021 ho fatto parte della RET School, mentre dal 2022 sono l'Head Pro de "Le Fonti Golf Academy".
Nata a Roma, vive a Genova e lavora a Milano. Quando non è al telefono, al volante o al pc, gioca a golf. Per oltre 20 anni ha giocato per la squadra nazionale femminile, vincendo 12 titoli italiani e il Campionato Internazionale di Spagna. Ha quindi trasformato la sua passione in lavoro producendo, realizzando e conducendo programmi tv legati al green e pubblicando tre libri di golf. Per anni una delle penne di GOLF & TURISMO oggi è una delle voci di GOLFTV, la prima televisione dedicata al golf del gruppo DISCOVERY.
Michele Ortolani è dalle ore 12.00 del 22 novembre 1996 che gli scorre il golf nelle vene. Un inguaribile perfezionista del proprio swing al punto che si vocifera abbia rotto lo specchio di camera sua unicamente per riuscire a smettere di fare prove, ignaro però di essersi è tirato addosso sette anni di sfortuna. Nel tempo libero “Ortolazio” diventa “Nerd” poiché passa le ore guardando recensioni di telefoni su YouTube oppure giocando a Call of Duty dal suo ultra pc da gaming. Dopo cinque anni passati nella squadra nazionale dilettanti, è diventato professionista all’età di 19 anni successivamente ad una vittoria nelle Q-school dell’European Tour. Dal 2016 fa parte della squadra nazionale professionisti. Gioca con categoria piena sul circuito Alps Tour, dove sta aspettando di spiccare il volo verso i suoi sogni che racconterà dall’1 aprile su NOTIZIE GOLF.
Ho iniziato all’età di 16 anni, e come altri amici mi sono ritrovato spesso di fronte a uno specchio a qualsiasi ora del giorno o della notte per controllare se lo swing fosse corretto... Ho ”aperto e chiuso” il campo pratica dell’Olgiata Golf Club per alcuni anni prima di passare al professionismo. Qualche gara del Challenge tour ha rinforzato in me la volontà che ho sempre avuto di insegnare, cosa che anche ora cerco di fare con il massimo della dedizione. Raccontare il golf in televisione è aver dato un senso in più alla mia carriera professionale che dopo dieci anni di Sky Sport attualmente si divide fra l’impegno con Warner Discovery Media, attraverso le piattaforme di Eurosport e Discovery Plus e l’attività corporate organizzando eventi aziendali nei golf di tutto il mondo.
Genovese classe ‘93 sono un instancabile sportivo, appassionato di fotografia e scrittura. Dopo essermi laureato alla Sapienza di Roma in Geografia, mi sono addentrato nel mondo del giornalismo e della comunicazione. Durante i week-end frequento Garlenda, luogo dove ho conosciuto il golf e dove puntualmente perdo una mattonella di palline a giro. Scrivendo mi viene già l’incubo del tee shot della 11...
Ho iniziato a giocare a golf quando i legni erano di legno e potevi scegliere se giocare con palle grandi o palle piccole; sono sempre stato un dilettante mediocre, il mio golf migliore è arrivato dopo i 40 anni, ma in campo mi sono sempre divertito molto, senza mai prendere il gioco troppo sul serio. Mi sono trasferito a Milano da Genova a metà degli anni ’90 per studiare economia, ma il mio percorso universitario ha rapidamente ceduto il passo ad una carriera nel mondo della produzione audiovisiva: avevo trovato quello che amavo fare. Per 20 anni ho lavorato come produttore esecutivo e regista su numerosi spot pubblicitari e documentari a tema sportivo; nel 2009 ho vinto il premio per il miglior film straniero al Hollywood Sport Film Festival. Nel 2010 mi si è presentata l’opportunità di iniziare a lavorare sui campi da golf come fotografo e da allora ho seguito numerosi circuiti amatoriali e professionistici, costruendo solidi rapporti professionali e di amicizia che mi hanno portato, nel 2023, a fare parte del progetto Ryder Cup, e oggi a collaborare per raccontare il golf non solo con le immagini ma anche attraverso le parole.
Roberta Gallingani, laureata in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Bologna, abilitata alla professione di Dottore Commercialista, e da sempre appassionata di relazioni interpersonali, si è avvicinata al mondo del coaching nel 2018 per un bisogno di crescita personale, facendo della sua passione il proprio lavoro. Coach Professionista ICF dal 2018, diventa nello stesso anno “Inner Game® Certified Facilitator”, formandosi con Timothy Gallwey. Partecipa ai seminari tenuti da Dr Dave Alred MBE, dal quale apprende le tecniche di Performance sotto pressione. Nel 2020 fonda, con altri colleghi, “The Inner Game® Institute _ Chapter Italia“. Appassionata di golf, gioco per eccellenza metafora della vita, affianca giocatori di qualsiasi livello per liberarne il potenziale e massimizzare le loro performance sul campo e nella vita.
Psicoterapeuta, Psicologa dello Sport e Dottore di Ricerca. Diversi ruoli che svolgo con passione e determinazione. Chi mi conosce, mi definisce un vulcano e forse non hanno tutti i torti. Dieci anni fa conosco il mondo del golf, ed è subito amore a prima vista. In poco tempo psicologia e golf iniziano ad avere la stessa importanza nella mia vita, così decido che sarei diventata la Psicologa del Golf. A distanza di anni, ho integrato i miei saperi e ho sviluppato un approccio teorico-pratico che ogni giorno utilizzo nella mia professione. Collaboro con vari accademie italiane e maestri. Lavoro con atleti di vario livello, dai principianti ai professionisti, in Italia e all’estero. Negli anni di attività, ho creato progetti psicomotori ed educativi legati al golf, per bambini e ragazzi dai 3 ai 15 anni. Dal 2021 sono Docente e Coordinatrice della Commissione Psicologia della Scuola dello Sport del CONI - Emilia Romagna. Dal 2023 sono Docente di corsi seminariali presso il Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Parma e svolgo attività di ricerca presso il CUS Parma Golf. Ma credo sempre che il meglio debba ancora venire...
Sono nato a Milano il 30 Ottobre 1966, mi sono laureato in Economia e Commercio (la mia Alma Mater è l’Università Cattolica del Sacro Cuore); dopo aver dato il mio contributo all’azienda di famiglia ho intrapreso la strada della libera professione e dal 2009 sono un tributarista iscritto all’Istituto Nazionale Tributaristi. Sono appassionato della cultura del vino e ho conseguito il diploma di sommelier presso l’Associazione Italiana Sommelier di Milano nel 2006. Ha praticato lo sci, il tennis, il rugby, ma nel 1998 è iniziata la storia d’amore con lo sport più bello del mondo, dopo più di vent’anni di gioco sono un bogey player, e continuo a cercare il mio posto in campo, come dice Hardy Greaves. Nel 2010 sono stato cofondatore di Underpar Srl, una realtà proiettata nel mondo del golf con l’obiettivo di realizzare eventi ed iniziative con un semplice approccio, da golfista a golfista, la cui attività ha riscontrato un grande gradimento da parte della platea dei golfisti italiani. Poi è successo che ho incontrato le 3 Mind… e così da oggi mi occuperò della sezione Flash News sulla piattaforma Notizie Golf.
All’età di dieci anni i miei genitori portano me e mio fratello ad un corso estivo di golf vicino casa. Da quel momento il golf è diventato parte integrante della nostra vita e non abbiamo più smesso di tirare palline. A 19 anni mi iscrivo alla facoltà di architettura di Roma, e il golf passa per qualche anno in secondo piano. Studiando architettura del paesaggio scopro la mia grande passione, l’architettura dei campi da golf. Dopo aver studiato ogni testo possibile sulla storia di questa materia, decido di provare a rendere questa passione la mia professione; riesco a contattare Tom Doak, che mi offre l’opportunità di lavorare per lui ad un progetto in Irlanda, St. Patrick’s Links. In quel periodo scopro il nesso inscindibile tra la progettazione e la costruzione di un campo da golf, imparando a modellare green e bunker con escavatore e bulldozer, e a progettare layout di nuovi percorsi su carta. Ho passato questi ultimi anni tra lo studio dei più importanti percorsi al mondo e il lavoro come architetto e shaper per Renaissance Golf Design.