Ariya Jutanugarn vince l’Honda LPGA Thailand

Con nove colpi sotto il par nel quarto e conclusivo giro dell’Honda LPGA Thailand Ariya Jutanugarn conquista il titolo con una prestazione maiuscola.

La thailandese fa un quarto giro no bogey con 9 birdie e chiude il torneo sorprendendo le rivali con lo score di 266 colpi (-22).

Al secondo posto ad una lunghezza la connazionale Atthaya Thitikul grazie ad un bogey alla buca 17 che la esclude da un eventuale playoff.

Terza posizione a due colpi per la statunitense Angel Yin, le coreane Yeon Ryu e Yang e Patty Tavatanakit che non ha saputo mantenere la vetta della classifica conquistata alla fine della terza giornata.

Con 19 colpi sotto il par chiudono in sesta posizione Chella Choi, Hannah Green.

Non posto per la messicana Gaby Lopez, mentre al decimo la tedesca Caroline Masson e la neozelandese Lydia Ko che ottiene la quinta top-10 in otto partenze quest’anno, che includono una vittoria e due secondi, uno dei quali in un Major.

ROUND 3

Patty Tavatanakit con 18 colpi sotto il par è rimane sola al comando quando si è chiuso il terzo giro dell’Honda LPGA Thailand.

Atthaya Thitikul perde una posizione ed ora è seconda ad una lunghezza in compagnia della tedesca Caroline Masson.

La messicana Gaby Lopez e la neozelandese Lydia Ko con 16 colpi sotto il par sono al quarto posto con un colpo di vantaggio su Hannah Green.

In settima posizione (-14) Angel Yin e Chella Choi, in nona la thailandese Ariya Jutanugarn (-13), mentre chiudono la top ten al decimo posto a meno 12 la tedesca Popov, le coreane Ryu e Yang, la cinese Lin, la sudafricana Buhai.

ROUND 2

Quando si chiude il secondo giro dell’Honda LPGA Thailand, Patty Tavatanakit con 128 colpi (-16) ha tre lunghezze di vantaggio sulla connazionale Atthaya Thitikul.

Al terzo posto a quattro colpi la tedesca Caroline Masson capace di un doppio 66 nei primi due giri, mentre al quarto la messicana Gaby Lopez e la neozelandese Lydia Ko con 133 colpi (-11).

Sono al sesto posto con 10 colpi sotto il par la danese Madsen, la thailandese Ariya Jutanugarn e le coreane Yang e Young Park.

La giapponese Hataoka, la statunitense Kang, la danese Larsen e la sudafricana Buhai sono al decimo posto con 136 colpi (-8).

ROUND 1

Si è concluso il primo giro dell’Honda LPGA Thailand che ha visto le atlete di casa subito protagoniste.

Leader con 64 colpi (-8) le thailandesi Patty Tavatanakit e Atthaya Thitikul.

Seguono ad una sola lunghezza la connazionale Ariya Jutanugarn assieme alla danese Nanna Koerstz Madsen, mentre sono due i colpi che devono recuperare la tedesca Caroline Masson e le neozelandesi Hannah Green e Lydia Ko

Chiudono la Top Ten del primo round in ottava posizione a tre colpi dalla vetta la spagnola Ciganda, la sudafricana Bubai, le statunitensi Lincicome e Altomare, la danese Larsen e la cinese Lin.

PRE GARA Honda LPGA Thailand

Questa settimana dal 6 al 9 maggio al Siam Country Club Pattaya Old Course in Thailandia si giocherà l’Honda LPGA Thailand.

La gara vedrà la partecipazione di oltre 70 tra le migliori golfiste del mondo.

Il torneo di quest’anno si terrà a porte chiuse e senza pubblico, in conformità con le misure di salute pubblica, a causa della pandemia di COVID-19.

Tra le stelle presenti quest’anno Amy Yang, campionessa 2019, Jin Young Ko, la giocatrice numero uno al mondo e la ROLEX Player of the Year 2019, oltre a due stelle thailandesi, Moriya e Ariya Jutanugarn. 

Occhi puntati su Chanettee Wannasaen, emergente golfista thailandese, che ha vinto le qualificazioni nazionali.


Contenuti simili

Il contratto LIV Golf

Il contratto LIV Golf I giocatori che hanno scelto di giocare sulla Lega guidata da Greg Norman hanno…
Total
0
Share