In Gee Chun vince il KPMG Women’s PGA Championship wire-to-wire

Al Congressional Country Club è In Gee Chun a vincere, wire-to-wire, il KPMG Women’s PGA Championship.

La campionessa, che dopo il 1° round ha fatto sembrare semplice un percorso davvero lungo e sfidante, ha chiuso l’ultimo giro in 75 colpi, per il secondo giorno consecutivo. Vince così il suo terzo Major, con un colpo di vantaggio su Lexi Thompson e su Minjee Lee. Chun, dopo essere stata in vantaggio di sei colpi a metà torneo, ne ha persi tre colpi nelle prime tre buche del giro finale.

Dopo le prime nove buche, infatti, la 11 volte campionessa sul LPGA Tour, Thompson è passata in vantaggio di due colpi, ma qualche problema con il putt ha fermato la sua rimonta. La sfida tra le due campionesse ha continuato fino a due buche dalla fine: alla buca 16, infatti, entrambe erano a -5, ma un bogey della Thompson alla 17 ha decretato la vittoria della proette sudcoreana.

Nel palmares della vincitrice, che vantava già un major all’U.S. Women’s Open nel 2015 e l’Evian Championship in Francia l’anno successivo, si aggiunge così il KPMG Women’s PGA Championship.

Ottima anche la performance di Minjee Lee, vincitrice dell’U.S. Women’s Open del 2022, che ha girato in 70 colpi salendo dalla 10ma posizione alla 2a e “minacciando”, nelle buche finali, la campionessa al comando.

4° posto per la thailandese Atthaya Thitikul (oggi 72), a -3 totali, seguita da cinque giocatrici a pari merito al 5° posto: la giapponese Nasa Hataoka (oggi 69), le sudcoreane Hyo Joo Kim (71), Hye-Jin Choi (76) e Sei Young Kim (76) e l’australiana Hannah Green (75).

REPORT – Day 3

Nel moving day del KPMG Women’s PGA Championship a Bethesda, nel Maryland, la sudcoreana Gee Chun resta al comando, ma dimezza il proprio vantaggio.

Completa il 3° giro segnando tre birdie, quattro bogey ed un doppio bogey alla buca 16, per un totale di 75 colpi. Resta al comando con un risultato di -8, tre colpi in vantaggio sulle seconde classificate

Lydia Ko (76) e Jennifer Kupcho (74), compagne di gioco di Chun, hanno avuto una giornata difficile, ma Lexi Thompson e Hye-Jin Choi hanno girato entrambe in 70 colpi e sono a pari merito con Sei Young Kim (71) in 2a posizione a -6.

La Thompson giocherà nel team finale e cercherà di ottenere la sua prima vittoria in un Major dal 2014.

“In ogni torneo si vuole sempre essere nel gruppo finale”, ha detto. “Mi piace che il duro lavoro sia stato ripagato. Mi sono impegnata a fondo e vedere che l’impegno ha dato i suoi frutti significa molto per me”.

Hannah Green (oggi 72) è 5a, solitaria a -4, un colpo avanti ad Atthaya Thitikul (68), che fa un balzo avanti di 35 posizioni classifica grazie ad un 68 di giornata, insieme a Brooke Henderson (73), Jennifer Kupcho e Jennifer Chang (73) che dividono il 6° posto a -3

Al termine del 3° round del KPMG Women’s PGA Championship la campionessa dell’U.S. Women’s Open Minjee Lee (oggi 73) è decima a -2, mentre la defending champion Nelly Korda (72) è 29esima.

REPORT – Day 2

Al termine del 2° round del KPMG Women’s PGA Championship In Gee Chun è sempre la leader al comando. Segna un 69 di giornata con 5 birdie e due bogey, confermando la prima posizione ed aumentando il vantaggio a 6 colpi dalle due seconde classificate: Lydia Ko (oggi 67) e Jennifer Kupcho (68).

La Kupcho ha conquistato il primo Major di stagione ad inizio aprile (lo Chevron Championship) e domenica scorsa ha vinto il suo secondo titolo sul LPGA Tour in Michigan e commenta così la sua 2a posizione:

“Penso che stare dietro e cercare di recuperare sia meglio”, e aggiunge: “Voglio dire, a Chevron ero in testa per qualche colpo, quindi so come ci si sente ad essere nella sua posizione. Recuperare terreno piuttosto che mantenere un risultato mi sembra meno stressante e lo preferisco”.

L’americana Caroline Inglis (68) è 4a a -4 totali, insieme alla canadese n° 8 al mondo Brooke Henderson (69), l’australiana Hannah Green (69), alla sudcoreana Sei Young Kim (69) ed alla connazionale Jennifer Chang (70).

Le campionesse Hye-Jin Choi e Pornanong Phatlum, ieri seconde nel leaderboard, hanno completato il 2° round del KPMG Women’s PGA Championship entrambe in 72 colpi e scendono in 9a posizione, a -3 totali.

Con loro ci sono la pluricampionessa (con 11 vittorie ed 82 top10 sul Tour) Lexi Thompson che segna un eagle con un wedge da 102 metri sul PAR 4 della buca 17, e la vincitrice dello U.S. Women’s Open, 3a nel Rolex Ranking, Minjee Lee.

Il taglio, fissato a +3, lascia in campo 72 giocatrici. Ne rimane esclusa Giulia Molinaro, che scrive un 73 di giornata e con un risultato di +9 non potrà giocare i round del weekend al Congressional Country Club.

REPORT – Day 1

Termina il 1° round del KPMG Women’s PGA Championship con al comando la coreana In Gee Chun, che registra un punteggio da record. Il miglior giro di apertura in un Major femminile (64 colpi) con cinque colpi di vantaggio dalla seconda classificata.

Chun, già due volte vincitrice di un Major, segna un -8 di giornata e si assicura un vantaggio di cui non vi era record dal 1961, quando Mickey Wright compì la stessa impresa.

Il risultato, tuttavia, è stato ottenuto sul percorso del Congressional Country Club, che è stato sottoposto ad un lungo e completo rifacimento. Durante la notte la pioggia è caduta abbondante e questo ha ammorbidito il campo, ma reso la lunghezza dello stesso un fattore molto importante. Questo ha messo in difficoltà gran parte del field di giocatrici al KPMG Women’s PGA, ma non la 27enne sudcoreana che ha commentato:

“Il campo dopo la pioggia sembra più lungo, ma i green erano più morbidi. Un ottimo equilibrio”.

La thailandese Pornanong Phatlum e la coreana Hye-Jin Choi sono in 2a posizione, a pari merito (-3). Entrambe segnano un giro bogey free in 69 colpi: la prima con una hole-in-one alla buca 2 ed un birdie alla buca 16, la seconda con 3 birdie sulle prime nove buche.

4° posto per Jennifer Chang e Paula Reto, a -2 (70 colpi), mentre Nelly Korda e la compagna di gioco Brooke Henderson sono ad una lunghezza di distanza (-1) a pari merito con altre 7 giocatrici. Tra queste c’è anche Jennifer Kupcho, vincitrice del suo primo Major allo Chevron Championship all’inizio di quest’anno

Al 15esimo posto nel leaderboard Inbee Park, Lydia Ko e la n°1 al mondo Jin Young Ko completano il 1° round del KPMG Women’s PGA Championship in 72 colpi, un colpo in più della campionessa dello U.S. Women’s Open Minjee Lee, che è 30esima.

L’unica azzurra in campo, Giulia Molinaro, completa le 18 buche di apertura con 9 bogey ed un birdie e, con un +8 finale (80 colpi) è 139esima.

PRE-GARA: LPGA Tour – KPMG Women’s PGA Championship

I major si susseguono e dopo quello maschile della scorsa settimana dal 23 al 26 giugno le migliori giocatrici del golf femminile saranno protagoniste del KPMG Women’s PGA nel Maryland.

Anche se il nome sarà familiare a molti per essere stato sede di 5 precedenti Major (quattro maschili ed uno senior), il Congressional Country Club ed il suo Blue Course, sarà uno spettacolo tutto nuovo da vedere. Dopo lo U.S. Open del 2011 (quando Rory McIlory vinse il suo primo grande evento), il percorso è stato sottoposto ad un restyling per mano di Andrew Green, iniziato già nel 2019 e completato solo lo scorso anno.

I fairway che erano stretti e delimitati da un fitto rough, tanto da rendere  lo stile di gioco monodimensionale, sono stati ampliati e sagomati, con aree di festuca e green rialzati e mossi, che privilegiano la strategia.

Fondato nel 1924, il Congressional è stato originariamente progettato da Devereux Emmet, prima che Robert Trent Jones mettesse le mani al percorso. L’ossatura del tradizionale tracciato dell’U.S. Open è rimasta, ma i fairway più ampi e le modifiche ai green creeranno maggiori opportunità per diverse strategie di gioco.

E’ un PAR 72 da 6.246 metri, con una buca 18 davvero memorabile, che ha un green circondato dall’acqua per un finale davvero spettacolare. Questa settimana sarà l’occasione anche per vedere il nuovo Congressional, che ospiterà regolarmente grandi eventi, come il PGA Championship maschile e la Ryder Cup, in programma nei prossimi anni.

Tra le 156 giocatrici in campo al KPMG Women’s PGA, con un montepremi di 4,5 milioni di dollari ci saranno da tenere d’occhio:

  • Minjee Lee, una delle golfiste più in forma in questa stagione, specialmente dopo il 2° trionfo in un Major e la 3a posizione nel Rolex Ranking. Oltre alla vittoria di Pine Needles all’inizio di questo mese, la Lee può essere definita come una delle migliori giocatrici “di ferri” e dovrebbe trovare questo percorso molto in linea con il proprio gioco.
  • Nelly Korda, la cui lunga pausa dovuta all’infortunio al braccio non sembra aver alterato il suo stato di forma. Per la defending champion, che è solita dare il meglio nelle grandi competizioni, ci sono tutte le premesse per confermare il proprio titolo.
  • Hannah Green, che si trova regolarmente tra le protagoniste della LPGA e la scorsa settimana ha giocato un golf solido, conquistando il 12° posto. La Green vanta potenza ed un gioco corto creativo, due caratteristiche che di solito producono buoni risultati nei Major.
  • Lydia Ko, che vanta una forma eccezionale quest’anno, con un 25esimo posto come peggior piazzamento in 11 eventi, sei top10 ed una vittoria. Le sue 17 vittorie sul Tour maggiore includono anche due Major e la Ko potrebbe desiderarne un terzo.
  • Jennifer Kupcho, già due volte vincitrice nella stagione in corso, ma la campionessa è tenace e combattiva. Anche se le sue vittorie sono arrivate su percorsi molto diversi dalla sede di questa settimana, la Kupcho ha tutte le carte in regola per guadagnarsi una vittoria.

Bisognerà prestare attenzione anche all’unica azzurra in campo: Giulia Molinaro, che lo scorso anno si era classificata 3a con un risultato di -10.


Contenuti simili

Parola di caddie

Parola di caddie Ian Finnis é sulla sacca di Tommy Fleetwood dal 2016. E’ balzato agli onori della…
Total
0
Share