La Premier Golf League é online

La Premier Golf League é online.

Il circuito che si propone di scuotere dalle fondamenta il mondo del golf professionistico ha messo online il proprio sito.

Ecco la Premier Golf League.

Capiamo insieme di cosa si tratta.

Innanzitutto, non ha nulla a che fare con la Super Golf League, promossa da investitori sauditi.

L’operazione Premier Golf League è stata concepita e sarà implementata dalla World Golf Group Ltd., che riunisce al suo interno personalità provenienti dai media, dalle produzioni sportive, dal mondo del golf in senso lato.

Il progetto prevede il coinvolgimento di 48 top players, che si sfideranno in una stagione composta da 18 eventi (12 dei quali previsti negli Stati Uniti) sia individualmente che a squadre (12 teams da 4 giocatori).

I tornei si  disputeranno sulla distanza di tre giornate, senza taglio.

Le prime due giornate verrano disputate con partenze shotgun, mentre quella finale con la formula tradizionale in linea con teams di due giocatori.

Nelle intenzioni dei promotori, questa soluzione dovrebbe limitare il problema del gioco lento.

Il montepremi previsto è a dir poco faraonico.

Ognuno dei 18 eventi disporrà di 20 milioni di dollari, di cui 4 quale prima moneta per la gara individuale.

Per quanto riguarda la competizione a squadre, il “team principal” deciderà in ogni giorno di gara i due scores all’interno della squadra validi per la classifica.

Il team vincente al termine dell’evento si aggiudicherà un bonus di 1 milione di dollari.

La stagione si concluderà con dei playoffs che porteranno in dote ulteriori premi sia per il campionato individuale che per quello a squadre.

Budget annuale previsto per i primi tre anni 392 milioni di dollari…

I promotori della League puntano molto sul coinvolgimento dei fans (nella sezione “Ownership” del sito si parla persino di una sorta di azionariato popolare).

I fans avranno anche a disposiìzione un tredicesimo team, composto in base alle loro indicazioni, che potrà partecipare al campionato a squadre.

Il progetto comprende anche una Junior PGL disputata in parallelo con le stesse regole della League principale.

Sotto il profilo del broadcasting, i promotori garantiscono una esperienza totalmente nuova per gli spettatori, che potranno vedere ogni singolo colpo all’interno di una finestra di visualizzazione per tutta la durata del torneo.

Tale tecnologia nasce “su apposita richiesta di un famosissima emittente” (tra i promotori vi sono anche reti televisive di primaria importanza).

Il lancio della Premier Golf League é previsto per il Gennaio del 2023.

In questo lasso di tempo si svolgeranno le trattative con gli Organismi di Governo dei Tour che, come sappiamo, hanno opposto un netto rifiuto a qualunque proposta alternativa di competizione rispetto allo status quo.

Vi ricordo che il Commissioner del PGA Tour, Jay Monahan, é arrivato a minacciare i giocatori che intendessero aderire ad una delle due League di essere espulsi dal Tour e “bannati” dalla Ryder Cup.

Mettiamoci comodi, la discussione è solo all’inizio.


Contenuti simili

Parola di caddie

Parola di caddie Ian Finnis é sulla sacca di Tommy Fleetwood dal 2016. E’ balzato agli onori della…
Total
0
Share