Solheim Cup: L’atmosfera è sempre più calda a Finca Cortesìn

Altra giornata di prove a Finca Cortesìn. Il programma prevede il Team USA in campo dalla 1 alla 9, il Team Europe dalla 10 alla 18.

Vado alla buca 10, voglio vedere la partenza della nostra squadra: un par 3 in discesa di 172 metri. Il colpo d’occhio è spettacolare, il verde brillante del fairway, il verde scuro degli alberi, sullo sfondo le montagne brune.

La buca 10

Iniziano a sentirsi i cori ‘Go Europe’, ovunque le bandiere blu con le stelle oro, bandiere svedesi, bandiere irlandesi. Qualche bandiera a stelle e strisce. Eh sì, l’aria inizia a scaldarsi.

Alla buca 16 si sente un boato: Carlota Ciganda tira un secondo colpo con un ferro 4 imbucando da 164 metri! ‘Venerdì vogliamo uno di questi colpi!’ qualcuno grida tra i tifosi che stanno seguendo il flight.

Nel fairway della buca 18, appena dopo il primo colpo, una piccola folla – soprattutto bimbi – con la maglia gialla raggiunge Anna Nordqvist: la sua grande famiglia di tifosi l’ha raggiunta! È bello vederla sul green attorniata da questi bambini.

Anna Nordqvist con la “piccola folla”

In campo pratica c’è Lexi Thompson ed un gruppo di tifosi USA: lei è concentratissima, pare una Liberty in trasferta in terra andalusa.

Anche Maja Stark, dopo aver finito le 9 buche, sta tirando dei colpi in campo pratica. Eh, da rookie della Solheim Cup ci tiene a curare la preparazione.

Nelly Korda invece è di nuovo in putting green.

Anche il programma della sala stampa oggi è più ricco di quello di ieri. Apre le danze la beniamina di casa.

Carlota Ciganda. “Vincere la Solheim Cup in Spagna è il più bello dei miei sogni”, esordisce, “Voglio vincere per il mio Paese, per la squadra, per la capitana, per avere un ricordo indelebile nella mia memoria, per tutta la vita”. Un saluto alla connazionale e compagna di altre Solheim Cup, Azahara Munoz: “L’avrei voluta qui, questa è casa sua”.

Georgia Hall

Georgia Hall si presenta in sala stampa in calzettini e con le scarpe in mano. Aiuto – penso – giocare quando ti fanno male i piedi è tremendo.

La Capitana Suzann Pettersen oggi sembra molto più rilassata di ieri: arriva con il suo buggie con la musica a tutto volume: si sentono gli AC DC con ‘Thunderstruck’ e ‘Eye of the Tiger’ dei Survivor, ideali per dare la carica.

Suzann Pettersen

Il parterre inizia a popolarsi di miti del golf femminile: da Martha Figueras-Dotti a Pia Nilsson e Lynn Marriott.

Vedo accanto a me qualcuno dello staff del Team USA, azzardo così la domanda: “E’ arrivata la sacca di Danielle Kang?” Mi guardano con aria di sfida, concentrandosi sul mio cappellino Team Europe. “Sì è arrivata”, mi rispondono in un sibilo.

La battaglia è iniziata.

Sarà possibile vedere la Solheim Cup commentata da Alessandro Bellicini, Isabella Calogero e Nicola Pomponi su Discovery Plus/Eurosport venerdì 22 settembre (8.00 – 19.00), sabato 23 settembre (8.00 – 19.00) e domenica 24 settembre (10.00 – 18.00).

Vamos Girls!


Contenuti simili

Accoppiamoci in campo

I golfisti non si accoppiano abbastanza. E non mi riferisco a quel luogo comune raccontato da innumerevoli vignette…
Total
0
Share