Golf Club Castello di Spessa – Re del Collio friulano

Questa settimana siamo andati al confine con la Slovenia, in provincia di Gorizia, nel Friuli Venezia Giulia, per raccontarvi Il Golf & Country Club Castello di Spessa.
Luogo magico, leggermente fuori dal classico turismo golfistico italiano,  che ha saputo unire la cultura per il vino, per il relax e per lo sport in maniera del tutto eccezionale. Situato in una posizione strategica, comodo anche per austriaci e tedeschi, questo angolo di Friuli gode di un’atmosfera Mitteleuropea e di un fermento culturale davvero notevoli.

Un territorio, quello del Collio, dominato dal fiume Isonzo e dai vigneti. Terra viva ed autentica dove l’occhio non potrà far altro che perdersi nei dolci saliscendi tipici dei paesaggi collinari friulani. Uno sguardo che, nelle giornate più terse, potrà allungarsi fino alle Alpi che qui, lentamente, degradano fino ad arrivare al mare.

Il Golf

Il percorso è dominato dall’elegante Castello di Spessa, risalente al 1200 e dove, nel corso dei secoli, vi soggiornarono personaggi illustri come Canova e Da Ponte e molti nobili friulani. Fondato nel 2005 e riprogettato nel 2010 con la creazione ex novo di alcune buche, ora il Golf si presenta fresco e molto divertente con un percorso di 18 buche par 71 adatto a tutti.
Le zone putt e approcci nuove, riprogettate durante gli ultimi interventi, e il campo pratica professionale rendono questo golf una perla per le clinique, per le academy e per tutti coloro che volessero muovere i primi passi in questo “pazzo” mondo del golf. La Club House, provvista di ogni facilities di cui si possa aver bisogno, è ricavata all’interno di un antico rustico con un ampia terrazza che affaccia direttamente sul campo da golf, piacevole per godersi una buca 18 concluso il giro con un panorama tipico sul Friuli

Il Castello

Come tutti gli antichi manieri, il Castello di Spessa esercita un sottile fascino anche sul visitatore più distratto.
Il resort, non a caso,  è tra i simboli più conosciuti e apprezzati della bella vita e dell’ospitalità del Friuli Venezia Giulia. Come mai? Ogni suo angolo è dedicato all’ospite in tutto e per tutto.

Due ristoranti, La Tavernetta (ristorante gourmet) e l’Hosteria (più informale), il Bistrot e a giugno l’inaugurazione della nuova SPA dedicata alla vinoterapia, dove tutti i derivati della vite, prodotti dal Castello di Spessa, sono i protagonisti – racconta il presidente Loretto Pali -, vi permetteranno di trascorrere nel resort una vacanza di classe” . Dal Castello inoltre, grazie alle e-bike e alle vespe messe a disposizione degli ospiti, si può partire alla volta di percorsi naturalistici e escursioni lungo i sentieri e le strade del Collio.

Ma cosa scoprire, provare o sperimentare nei dintorni di questa terra così frontaliera da perdere i tratti puramente distintivi di una cultura per abbracciarne una completamente nuova, fatta da un meltingpot così energico e frizzante da plasmare la popolazione che lì vive?

Da visitare nei pressi del Golf Club Castello di Spessa in Friuli

  • Il principale centro del Collio è sicuramente Cormòns, piccolo centro asburgico, circondata da piccoli borghi sul confine con la Slovenia. il microclima che insiste in questa regione, assolutamente unico per ventilazione ed escursione termica, si sposa perfettamente con la “ponka”, il caratteristico terreno del Collio, ideale per la coltivazione della vite.
  • Fondata da Giulio Cesare con il nome di Forum Iulii nel 568 d.C., da cui viene il nome Friuli, Cividale del Friuli conserva significative testimonianze longobarde, prima fra tutte il Tempietto, una delle più straordinarie e misteriose architetture alto-medievali occidentali.
  • Aquileia, sito UNESCO dal 1998 per l’importanza della sua area archeologica e la bellezza dei mosaici pavimentali che custodisce, è una perla rara. Aquileia fu una delle città più grandi e ricche dell’Impero Romano nel Mediterraneo, sede di un Patriarcato, durato fino al 1751.
  • Non possono mancare, in un territorio così permeato dalle guerre, itinerari che immergano il turista all’interno di quelle atmosfere e che facciano rivivere i luoghi, così aspri e così duri, dove si combatterono battaglie sanguinose in diverse epoche. Il principale di questi itinerari parte da Gorizia e arriva a Redipuglia al Carso, e trasporta il visitatore all’interno della Grande Guerra, tra trincee e bunker suggestivi e pieni di memoria.

Ma in una terra di confine si presume che anche la gastronomia sia influenzata dalla cultura vicina, e qui non poteva che essere così.

In provincia di Gorizia, infatti, la cucina è di tipo mitteleuropea e dunque ricca e varia. Con influenze slovene, austriache e balcaniche, ci si trova davanti a pietanze per lo più a base di carne. I principali piatti da non perdere sono: cotechino con i crauti; gulasch; frittate alle erbe; gubana (dolce); carne di selvaggina.

Ecco i ristoranti dove degustare tutti questi piatti nei dintorni del Golf Club Castello di Spessa in Friuli:

  • Alle Vecchie Province finché non dici stop continuano a portare assaggi e stuzzichini. E il problema è che è tutto delizioso e tipicamente friulano.
    Via Pietro Zorutti, 18, Mossa (GO), tel: 0481 808693
  • Agriturismo Orzan dal 1994 sforna piatti mitologici. I salumi sono di produzione dell’agriturismo e tutti i vini che troverete in tavola provengono logicamente dalla loro tenuta.
    Via Giuseppe Mazzini, 48 Capriva del Friuli (GO), tel: 0481 809419
  • L’Argine a Vencò, di proprietà dell’ex giudice di Masterchef, è un capolavoro dell’estetica e della culinaria. Caratterizzata da elementi vegetali con un occhio di riguardo per i prodotti di stagione, nel 2015 si guadagnò una stella Michelin.
    Località Vencò, Dolegna del Collio (GO), Tel: 0481 199 9882

 

 


Contenuti simili

La Golf Coast Road

Scottish Open, Rolex Series, Reinassance Golf Club, North Berwick, Golf Coast Road,  brividi. Reinassance Golf Club, Agosto 2019,…
Total
1
Share