Marina Alex vince “a sorpresa” il Palos Verdes Championship

L’americana Marina Alex vince il Palos Verdes Championship, guadagnandosi il 2° titolo sul LPGA Tour, con una vittoria di un colpo sulla n° 1 al mondo Jin Young Ko.

La proette 31enne del New Jersey, reduce da un intervento alla schiena a causa di un’ernia al disco, è partita questa mattina con 3 colpi di svantaggio dalla leader Hannah Green (-8). Segna un bogey alla buca 3 e 6 birdie successivi, che la portano ad un risultato finale di -10.

Al termine delle 18 buche del “ventoso e collinoso” Palos Verdes Golf Club la Alex commenta così il suo giro:

“Ad essere onesta non ero sicura che sarebbe mai successo di nuovo. È stata dura. Stiamo tutti invecchiando. Io sto invecchiando. E là fuori ci sono tante giocatrici davvero incredibili. La competizione è davvero, davvero difficile.”

Partita prima della collega americana, la campionessa coreana Jin Young Ko è leader del torneo dopo due birdie ed un eagle sulle prime nove buche, seguiti da due birdie ed un bogey sulle seconde (66 colpi). La Alex la raggiunge alla buca 12 e, grazie al birdie realizzato alla buca 16, la supera di un colpo, quello della vittoria.

La neozelandese Lydia Ko (oggi 70 colpi) e l’americana Megan Khang (68) terminano l’evento a -8 e sono al 3° posto. Hannah Green, leader per due giorni del Palos Verdes Championship segna un 72 di giornata e scende in 5a posizione (-7), a pari merito con le americane Ryann O’Toole (68), Andrea Lee (69) ed Annie Park (69).

Anna Davis, l’amateur 16enne vincitrice dell’Augusta National Women’s Amateur, ha chiuso il round finale in 76 colpi e, a + 7 totali, è 70esima alla sua prima partenza sul LPGA Tour (grazie ad una sponsor exemption).

“È stata un’esperienza davvero divertente”, ha detto la Davis. “Un piccolo assaggio di quello che spero sarà il mio futuro”.

REPORT – Day 3

In California termina il 3° round del Palos Verdes Championship, con l’australiana Hannah Green che mantiene il comando sul percorso mosso del Palos Verdes Golf Club, spazzato dal vento. La proette, 19esima nel Rolex Ranking, è partita con 3 colpi di vantaggio, ma il giro di oggi è stato tutt’altro che semplice.

“Ho avuto un inizio orrendo, credo si possa dire”.

Il vento, che non soffiava in una direzione ben precisa, l’ha portata a segnare due bogey sulle prime due buche, ed altri due sulle prime 9, corretti, in parte, da un eagle alla buca 7 e ad un bogey alla 9. Ha chiuso le seconde nove in PAR e termina le 54 buche con un colpo in più rispetto a ieri, -8.

Si avvicina, così, in 2a posizione la neozelandese Lydia Ko, che guadagna un colpo ed è a -7. La n° 3 al mondo e vincitrice al Gainbridge LPGA a Boca Rio nel mese di gennaio (il suo 17° titolo LPGA Tour), è partita con un doppio bogey ed un bogey sulle prime 4 buche, rimediando poi con 5 birdie ed un solo bogey.

“C’era davvero molto vento”, ha detto Ko. “Penso che ci sia un’enorme differenza tra giocare la mattina ed il pomeriggio. Per fortuna, nelle ultime buche il vento è diminuito, quindi è stato un po’ più facile”.

In 3a posizione, con un risultato di -5, troviamo 9 proette: la scozzese Gemma Dryburgh (oggi 68 colpi), la coreana Inbee Park (70), le americane Allisen Corpuz (68), Marina Alex (70), Andrea Lee (70), Annie Park (71), Megan Khang (72), Lexi Thompson (66) e l’australiana, leader del 1° round, Minjee Lee (72).

Degna di nota la performance della n° 7 al mondo ed 11 volte vincitrice sul LPGA Thompson, che passa dal 37° al 3° posto nel leaderboard. Partita il mattino, gira in 66 colpi, con 6 birdie ed un solo bogey sullo score.

Anna Davis, vincitrice dell’Augusta National Women’s Amateur, termina il 3° round del Palos Verdes Championship in 56esima posizione, dopo aver girato in PAR per il 2° giorno consecutivo. La 16enne si dice molto soddisfatta dell’esperienza e aggiunge “Non vedo l’ora di averne molte altre!”

REPORT – Day 2

Al Palos Verdes Championship, dopo 36 buche, l’australiana Hannah Green prende il comando con un risultato di -9 totale ed un vantaggio di 3 colpi.

Partita a -4, segna 5 birdie nelle prime nove buche, di cui 3 consecutivi nelle prime tre. Sulle seconde nove due bogey e due birdie le permettono di mantenere il vantaggio di -5 e di guadagnare 7 posizioni nel leaderboard.

La 25enne, già due volte vincitrice sul Tour e 19esima nel Rolex Ranking, la scorsa settimana si era classificata seconda, dietro Nasa Hataoka, nel LA Open al Whilshire Country Club e vanta altre due top8 nella stagione in corso (con un 6° posto a Mission Hills nel primo Major dell’anno).

La leader del primo giro Minjee Lee ha fatto seguito al 63 di apertura con un 73, scendendo al 2° posto, a pari merito con la coreana Jin Young Ko (72), la neozelandese Lydia Ko (67) e Megan Khang (69).

La n° 1 al mondo Ko ha segnato un solo birdie ed un doppio bogey alla buca 5, il secondo di carriera sul LPGA Tour.

“È stato difficile fare il giro nel pomeriggio”, ha detto Jin Young Ko. “I green non sono perfettamente lisci, perchè in poa annua, e là fuori il vento non dà pace. E’ stata dura”.

La canadese Maude-Aimee Leblanc (68) e le due americane Annie Park (69) e Jennifer Chang (72) dividono il 6° posto con un risultato di -5.

La 16enne Anna Davis, vincitrice dell’Augusta National Women’s Amateur, passa il taglio, fissato a +2, alla sua prima partenza sul LPGA Tour (71 – 72).

L’azzurra Giulia Molinaro chiude il 2° round del Palos Verdes Championship presented by Bank of America in 79 colpi, che la portano ad un risultato finale di +10. 130esima nel leaderboard non accederà ai giri finali del fine settimana.

REPORT – Day 1

In California termina il 1° round del Palos Verdes Championship presented by Bank of America con l’australiana Minjee Lee che gira in 63 colpi (-8) ed è 1a nel leaderboard, con un colpo di vantaggio dalla n°1 al mondo Jin Young Ko.

L’australiana, n° 4 nel Rolex Ranking e già 6 volte vincitrice sul LPGA Tour, ha concluso le prime 18 buche in un giro bogey free, con un -5 già dopo le prime nove. La coreana top-ranked le è subito dietro, dopo 6 birdie consecutivi dalla buca 2 alla buca 7, le sue ultime 9 buche.

“Prima di iniziare oggi ho solo ricordato (a me stessa) che il golf è il golf”, ha detto Ko. “Non pensare alla settimana scorsa. Iniziare di nuovo, nuova routine”.

Dividono la 3a posizione l’inglese Charley Hull, la thailandese Moriya Jutanugarn e l’americana Jennifer Chang, che chiudono in 65 colpi. La svizzera Albane Valenzuela e la scozzese Gemma Dryburgh concludono il 1° round del Palos Verdes Championship presented by Bank of America in 66 colpi e sono entrambe 6e nel leaderboard. La Dryburgh ha segnato il miglior punteggio tra le giocatrici partite nel pomeriggio, grazie anche ad un eagle sul PAR 4 della buca 5.

Lexi Thompson e Lydia Ko, partite con il forte vento del pomeriggio, hanno girato in 69 colpi e, a -2, sono 21esime. La giovanissima Anna Davis, vincitrice dell’Augusta National Women’s Amateur, ha aperto il torneo con un 71 alla sua prima apparizione sul LPGA Tour grazie ad una sponsor exemption. La sedicenne che viene da Spring Valley, a est di San Diego, è 53esima.

L’azzurra Giulia Molinaro conclude le prime 18 buche del Palos Verdes Golf Club in 73 colpi (+2). Segna 3 birdie ed un bogey sulle prime nove buche, ma inciampa in un doppio bogey al PAR3 della buca 13 per un risultato finale che la porta al 97esimo posto nel leaderboard.

PRE GARA: LPGA Tour – Palos Verdes Championship presented by Bank of America

Los Angeles ospita per due settimane consecutive due eventi del LPGA. Dopo la tappa al Wilshire Country Club le proette si spostano, dal 28 aprile al 1 maggio, al Palos Verdes Golf Club per il Palos Verdes Championship presented by Bank of America.

La Città degli Angeli aggiungerà presto anche un Major alla lista delle competizioni golfistiche riservate alle campionesse, avendo in programma lo U.S. Women’s Open nel 2026.

L’evento inaugurale nel Calendario del LPGA vede schierate le migliori giocatrici: nove delle prime 10 al mondo, per un montepremi di 1,5 milioni di dollari. Il Palos Verdes Golf Club, spesso indicato come una “gemma nascosta nel sud della California”, ha una ricca storia nell’ospitare eventi del golf femminile. Negli ultimi 25 anni è stata la sede del Northrup Grumman Regional Challenge, che ha visto trionfare, tra le vincitrici individuali nomi importanti come: Carlota Ciganda, Natalie Gulbis, Brittany Lang, Bronte Law, Andrea Lee, Leona Maguire, Lorena Ochoa ed Annie Park.

In campo al Palos Verdes Championship presented by Bank of America ci saranno da tenere d’occhio:

  • la n° 1 al mondo Jin Young Ko.
  • Lydia Ko, n° 3 del Rolex Ranking e già 17 volte vincitrice sul LPGA.
  • la 22enne thailandese Patty Tavatanakit, 14esima al mondo, con una sola vittoria sul Tour , ma 4 top15 negli ultimi 6 eventi giocati.
  • Inbee Park, reduce da un 3° posto al DIO Implant LA Open della scorsa settimana e, in attivo, 21 vittorie in carriera.

Prenderà parte al Palos Verdes Championship anche l’amateur 16enne Anna Davis, campionessa dell’Augusta National Women’s Amateur del 2022, con un invito da parte dello Sponsor per partecipare al nuovo evento LPGA.

Seguiremo con attenzione anche l’azzurra Giulia Molinaro, dopo il taglio passato e le ottime prestazioni avute la scorsa settimana allo Wilshire Country Club.


Contenuti simili

Il contratto LIV Golf

Il contratto LIV Golf I giocatori che hanno scelto di giocare sulla Lega guidata da Greg Norman hanno…
Total
0
Share