Pitoni spinge ancora sull’Alps Tour. Comandano l’Italia ed il vento all’Antognolla Open. Video Report del 2° round

Vento, silenzio, natura. Si apre con i nomi noti il 2° round di un appuntamento molto tecnico dell’Alps Tour. Il vento passa all’Antognolla oggi, asciugando i green che iniziano ad essere un test da superare per i tutti i professionisti.

La mattina è il palcoscenico perfetto per Stefano Pitoni che crede nel suo gioco lungo spolverato trovando il 100% dei green in terra umbra. Regolare, efficace e molto tecnico, il suo gioco ci incanta e lo stile portato in campo è di chi sa vincere su questo tour. Forse qualche putt in più poteva entrare ma “Pitons” c’è ed è l’uomo da rispettare. Per lui -8.

Gli azzurri fanno squadra in alta classifica, Bergamaschi gioca d’esperienza ed il -5 è un buon trampolino in vista della finale, Vecchi Fossa è l’uomo del momento, imbuca ancora molto ed il suo putt è la spada laser che tutti vorremmo avere. -6 per il Vecchio, numero valido per la terza posizione.

L’amateur Moscatel stupisce ancora, due settimane buone per lo spagnolo in Italia per un futuro professionsita di sicuro successo. E’ l’elemento di disturbo dell’Antognolla Open per casa Italia, ma la sua eleganza, il sorriso e lo swing potente sono un richiamo affascinante per le telecamere.

Il taglio a fine giornata cadrà a +1 sul leaderboard dell’Alps Tour, segno di percorso muscoloso e linea di demarcazione per i migliori da gran finale.

Spiragli di sole, nuvole, vento. Non è importante, domani i nostri possono farcela, domani i nostri possono ancora farci volare in Europa.

Giù il cappello, anzi, uno chapeau al gusto rock

Swing Your Life


Contenuti simili

Il contratto LIV Golf

Il contratto LIV Golf I giocatori che hanno scelto di giocare sulla Lega guidata da Greg Norman hanno…
Total
0
Share